Casino Nobile

Casino Nobile

Casino Nobile

Proveniente da una ricchissima famiglia di Filadelfia) . In pochi anni , dal 1902 al 1930 la risistemano completamente abbellendola con : nuove e rare essenze arboree; del materiale scultoreo proveniente dal Castello Visconti di Brignano D’Adda; il restauro del Casino Nobile e la nuova costruzione della Torre neogotica . La villa , dove “regna l’amore” dei due coniugi Wurts, chiamata anche “la villa dei pavoni bianchi” (per la numerosa presenza di questi animali che circolavano liberi) diventa luogo di delizia, di feste e di incontri della nobiltà romana( proprio qui si svolge il duello tra Andrea Sperelli e Giannetto Ruotolo nel “Il Piacere” di D’Annunzio). Nel 1930 dopo la morte di G. Washington Wurts, viene donata da Henriette Tower alla città ( insieme ad una assegno di 50.000 dollari per la sua sistemazione) per destinarla a parco pubblico, mentre il Casino Nobile diventa la sede dell’ Istituto di Studi Germanici. L’inaugurazione avviene il 3 Aprile del 1932 (alla presenza di Mussolini e di Giovanni Gentile) nella ricorrenze del centenario della morte di Goethe. Abbiamo poi iniziato il nostro percorso incontrando: una maestosa quercia secolare; un ippocastano con i germogli e le foglie appena nate ; un’ Auracaria bidwilli . Con circospezione siamo giunti sotto le fronde di un magnifico esemplare di Ginkgo biloba ( il più bello di Roma) pieno di gemme fogliare che si stavano aprendo . Poi ci siamo spostati verso la zona del Casino Nobile, ricco di numerosi esemplari di palme: tra le quali una Jubea spectabilis spettacolare; dei Pinus wallichiani caratteristici per loro pigne allungate; dei Taxus baccata e dei cespugli di fejoa sellowiana. In ritardo, sulla tabella di marcia dopo un giro nel nuovo viale ripulito, con uno splendido panoramna sulla citttà, abbiamo terminato l’incontro nei pressi della fontana dei dodici mesi. Il prossimo incontro si svolgerà

Domenica 20 Aprile
Villa Pamphili
e la poesia dell’hanami
E’ la villa più grande della città. La sua estensione è di 184 ettari. Numerosa è la presenza di alberi centenari e di spazi verdi superlativi. Il laghetto con i giochi d’acqua, poi, e la Casina del Bel Respiro realizzata nel 1644 da Alessandro Algardi la rendono unica e magnifica. Una tappa fondamentale per gli amanti della città eterna. Per poterla conoscere e gustare nella sua interezza sono previste, eccezionalmente, due visite (con possibilità di picnic con pranzo al sacco) : quella della mattina riguarda la parte storica e monumentale; quella del pomeriggio invece si snoderà nella parte più selvaggia con la possibilità di assistere alla fioritura dei ciliegi giapponesi.
Appuntamento della mattina : nel piazzale dell’ingresso principale accanto alla Porta S.Pancrazio. L’orario di inizio è fissato per le 10.30 e la durata è di due ore. La partenza avverrà alle 10.40 per concludersi alle 13.00.
Appuntamento del pomeriggio: in Largo Martin Luther King (davanti al cancello d’ingresso vicino al ponte su via Leone XIII) L’orario di inizio è fissato per le 14.30 e la durata è di due ore . La partenza avverrà alle 14 .40 per concludersi alle 16.40.

Per iscriversi è necessario un sms di conferma (entro le 21 del sabato)
al numero 339/762.50.85 o un messaggio alla segreteria telefonica del 06/43.86.318.
La partecipazione all’incontro è riservata ai soci dell’Associazione Adea amici degli alberi
con due modalità :
Soci ordinari (tessera rossa) contributo di 5 euro( per uno o entrambi gli incontri) e tessera gratuita.
Soci sostenitori (tessera verde): tessera annuale 30 euro, partecipazione agli incontri gratuita.
Gli incontri verranno tenuti ugualmente anche in caso di pioggia